STRITOLATORE DI PARADIGMI


Sorge da un ribollente oceano di terabyte,
le sue scaglie sono di acciaio quantistico,
le sue spire di vibrante rumor bianco,
la sua natura pura essenza marasmica.
Il diadema dell'entropia cognitiva
sovrasta la sua possanza abissale,
nelle sue diafane vene virtuali
scorre nero sangue di cosmonemesi
stillante dall'agonia di oscure quasar.
Irrompe nella Noosfera, la devasta,
infiltra nelle reti neurali degli umani
un virulento veleno concettuale
forgiato da milioni di gedanken.
La stessa percezione degli enti si sfoca:
al suo passaggio resta solo la follia.
Ovunque germoglia il Seme di Azathoth,
alberi di larve frattali fioriscono.