IMAGO MORTIS


Fluttuo, ogni rumore si estingue nel mio cuore.
Non percepisco gravitÓ nÚ pensieri.
Fluttuo, incurante del morso della realtÓ,
come un etereo pavone di ghiaccio,
scheggia amorfa che si solleva urlante dall'azoto liquido!
La mia mente cozza contro il soffitto,
l'Es ondeggia sfasato risonando nelle frequenze dell'Ade.
La criogenesi del mio inconscio delimita nuove mappe stellari!
Lo sento, mentre sprofondo di nuovo nell'incoscienza.